Traduttore norvegese-italiano, guida alla scelta del professionista ideale

Traduttore norvegese-italiano, guida alla scelta del professionista ideale

Se trovare un traduttore norvegese-italiano non è facile, ancora più difficile è contattarne uno in grado di svolgere il suo mestiere. Le lingue germaniche settentrionali, infatti, quasi mai rientrano nei programmi didattici e accademici, ragione per cui necessitano di un periodo di permanenza prolungato all’estero per l’apprendimento.

Una trasferta di almeno due-tre anni nei Paesi Scandinavi, quindi, è indispensabile per imparare l’idioma e scoprirne tutti gli aspetti più nascosti, espressioni locali incluse. E, ovviamente, per affrontare conversazioni di qualsiasi livello e riuscire a tradurre qualsiasi tipo di documento.

Nelle prossime righe vedremo a quali requisiti deve rispondere la figura che si occupa di traduzioni dal norvegese all’italiano. Le raccomandazioni di seguito non si limitano ai percorsi di studio e alla narrativa, ma si estendono a carte e fascicoli di valore legale.

Traduttore norvegese italiano, esperto di un mondo eterogeneo

Una delle difficoltà da affrontare nella traduzione da norvegese a italiano riguarda proprio una particolarità del luogo: il bilinguismo. Parlare di un’unica lingua, infatti, è improprio, perché quelle riconosciute dallo Stato sono due. Si tratta del bokmål e del nynorsk, entrambe utilizzate nei documenti scritti e scelte a discrezione delle Amministrazioni locali.

La prima è la più diffusa e la più insegnata agli studenti stranieri a livello principiante e intermedio. Codificata più di un secolo e mezzo fa da Knud Knudsen, ha una forte somiglianza con il danese (parlato correntemente anche dopo la cessione della Norvegia alla Svezia, avvenuta nel 1814), pur integrando modi di dire dei dialetti autoctoni orientali.

Quanto alla seconda, ideata da Ivan Aasen, viene utilizzata da meno del 15% della popolazione e riprende le vulgate delle zone occidentali. Accanto ai due idiomi più importanti, poi, esiste un’ampia varietà di gruppi linguistici, appartenenti a realtà piuttosto circoscritte.

Alla luce di una situazione così eterogenea, non è difficile comprendere e valutare l’esistenza di differenze ragguardevoli perfino tra paesi vicini, nello scrivere come nel parlare. Pertanto, un buon traduttore dal norvegese all’italiano (vedi qui: https://www.pierangelosassi.it/traduzioni-norvegese-italiano/) deve esserne al corrente e tenerne conto.

Norvegese italiano traduttore, gli altri requisiti del professionista giusto

Una perfetta conoscenza della lingua e delle sue varianti è un elemento decisivo in tale settore, soprattutto quando è certificata da attestati e titoli di studio. Ma per un lavoro ad hoc non basta affidarsi all’amico o al conoscente che, per quanto preparato, si diletta a fare traduzioni a tempo perso. In questo caso, occorrono altre garanzie da offrire al cliente; ecco quali sono:

  • precisione
  • fedeltà della traslitterazione al testo originale
  • capacità di andare a fondo sul vero significato di quanto è scritto
  • chiarezza fin dalle prime fasi di accordo riguardo risultati e tempistiche
  • spiccate attitudini organizzative
  • preventivi gratuiti
  • puntualità nelle consegne (a volte con reperimento anticipato).

Quanto appena scritto vale soprattutto per la traduzione giurata da norvegese a italiano. Quest’ultima ha valore legale a tutti gli effetti e richiede una conoscenza del linguaggio burocratico tale da non dare adito a equivoci, meglio ancora se supportata da esperienze pregresse presso tribunali.

Traduzione da norvegese a italiano, i settori per cui richiederla

Analogamente a quanto accade per altre lingue, si può accedere ai servizi di un traduttore da norvegese a italiano per qualsiasi tipo di documento. Lezioni, libri di testo, fascicoli legali, certificati e molto altro sono solo alcuni degli scritti più frequentemente rielaborati nella nostra lingua dal nynorsk e dal bokmål. Tra gli ambiti di riferimento basti ricordare quello:

  • medico
  • giuridico-finanziario
  • burocratico-amministrativo
  • commerciale
  • tecnico
  • tributario
  • notarile.

Per concludere, un suggerimento determinante nella scelta della figura che prenderà in carico una o più traduzioni da norvegese a italiano: diffidare di chi non pone un tetto massimo settimanale o mensile sulla propria capacità di lavoro. Denota mancanza di doti organizzative e di buon senso, indispensabili per chi svolge un mestiere in proprio.